Il labirinto femminile - pagina 33.

martedì 15 febbraio 2011

Mi sono beccata Alfonso Luigi Marra in tutte le salse.
Lui, sua figlia, la Arcuri. E poi Ruby. Allora penso, ok, i casi sono due: o questo è un genio, ed è talmente un tosto che non gliene frega niente di come si parla di lui purché se ne parli, oppure è un folle. Il dubbio ce l'ho, alla fine, a ben pensarci, i suoi spot sono un fantastico esempio di viral. No?
All'ennesima puntata colgo l'appiglio: posso scaricare 114 pagine del famoso libro! Evviva! Rullo di tamburi!
Finalmente potrò scoprire ciò che non devo sapere! Basta, non me lo faccio ripetere due volte.


E via, parte la serata con Marra. Devo leggere, devo capire.
Un sospetto ce l'ho, ma una chance non si nega a nessuno.
Ok, prima pagina. Pazzesco, una lista di libri che devono uscire dalla sua penna. E come fa a scriverne così tanti? Vabbé, andiamo oltre.
Dedica da apnea. Non perché lascia senza fiato ma perché non c'è una virgola a pagarla. Cito.



Dedico questo libro ai ro-
mani e a Roma per la loro
cosmopiliticità intesa anche
come apertura a una perpe-
tua rianalisi della propria
cultura dal punto di vista di
quella degli altri, siano essi
stranieri o portatori - mo-
desti o sommi - di nuovi sa-
peri. Cose qui consuetudi-
narie da millenni, in virtù
delle quali io, forestiero e
assertore di una nuova cul-
tura, dal 3 luglio 2010, gior-
no in cui vi sono approdato,
ho sentito Roma mia città di
adozione dopo una vita in
cui mi ero sentito estraneo
o persino in conflitto con le
culture di altri luoghi dove
sono vissuto.

EEEEEH?
Penso che sia colpa mia. Si, sicuramente è colpa mia, che trovo più verità nei libri di Welsh che nella Bibba. Colpa mia. Che non capisco.
Andiamo avanti. Ah, il famoso epistolario! Ma aspetta un attimo. Ma non dovevano essere sms? Ma sono lunghi due pagine? Ma siamo sicuri?
Rileggo meglio. No, ragazzi, questi non sono sms. Nessuno ha mai scritto in un sms le parole "almanaccare", "rinunziare" o "strullamente". Il correttore automatico me le segnala, non esistono queste espressioni. O cose tipo "sono giunto alla conclusione dell'opportunità di concludere questa vicenda". COSA? Vuol dire che è finita? "Ti contesto quest'assurda cripticità". Aiuto. 

Scusa Marra, non ce la faccio.
Mi spiace. Non riesco ad arrivare in fondo, non riesco, ahimé, a giungere finalmente al bandolo della matassa e delle grandi verità che non dovrei sapere. Mi vien da pensare che forse è proprio per questo che nessuno le sa. 
Mi fermo a pagina 33. Gli anni di Cristo. Simbolico.
Però una soddisfazione diamogliela, a Marra, che per quanto ne so ha scritto un libro interessante (forse), visto che non l'ho letto: facciamolo diventare protagonista di un contest. Ci mettiamo tutti a leggere il suo libro e vediamo chi dura di più.
Chi arriva fino in fondo racconta il libro agli altri e vince il fantastico traduttore!
Marra - Italiano, Italiano - Marra. Compralo, è bellissimo.

E adesso ridiamoci su, perdio.

1 reazioni inconsulte:

Copywater ha detto...

Hai notato il fatto che nei messaggi del libro usa 2 puntini? Non 3. 2. Il senso non si sa, oppure lo ha inventato lui.

Posta un commento